Articolazioni doloranti e la colonna vertebrale a cui il medico chiede

9 cibi che non dovresti MAI mangiare se soffri di Dolore Alle Articolazioni

Emangioma del trattamento della colonna vertebrale cervicale

I JavaScript sembrano essere disabilitati nel tuo browser. Per una migliore esperienza sul nostro sito, assicurati di attivare i javascript nel tuo browser. Dolori articolari? Lo scheletro umano è composto da circa ossa e quindi conta anche molte articolazioni, circa Solo nella mano per esempio ci sono 14 articolazioni. Nella maggior parte delle articolazioni le estremità a contatto con l'osso sono ricoperte da cartilagine che protegge le ossa e aiuta articolazioni doloranti e la colonna vertebrale a cui il medico chiede movimento.

Questo è necessario perché le ossa delle articolazioni sono soggette a molte forze ed è importante che vengano tenute saldamente unite. A questo scopo esistono i legamenti. Questi sono fasci di tessuto connettivo molto robusto che si inseriscono sui capi articolari e grazie ai quali l'articolazione risulta molto resistente.

In questa cavità si trova la membrana sinoviale che riveste la cavità articolare internamente. Un dolore o una rigidità alle articolazioni rende difficile compiere i movimenti più comuni come pettinarsi i capelli, sollevare una borsa o aprire una confezione. Spesso il dolore non consente un riposo notturno continuato senza risvegli oppure tiene svegli o non consente di addormentarsi facilmente. L'intensità del dolore articolare dipende anche dal tipo di articolazione colpita.

Tutte queste articolazioni sono infatti direttamente o indirettamente collegate fra loro. Talvolta è difficile localizzare l'origine del dolore. Il sovrappeso è uno dei fattori principali del dolore articolare. Il fatto che camminiamo eretti è già di per sé un notevole sovraccarico per le articolazioni. Specialmente nelle persone sopra i 50 anni, se soffrono di una leggera artrosi, il sovrappeso comporta dolori alle articolazioni. Foto: Le capsule articolari del piede. Per scoprire la causa dei dolori articolari è importante determinare come sia insorto il dolore e quali siano stati i articolazioni doloranti e la colonna vertebrale a cui il medico chiede sintomi.

A tale scopo occorre rivolgersi al proprio medico di fiducia per una visita e una prima diagnosi. Il medico effettuerà dei test di movimento individuando le articolazioni doloranti. Qualche volta il dolore è ostinato e si inizia a temere di soffrire di artrite reumatoide. Questa possibilità esiste soprattutto se ci sono sintomi che indicano la presenza di infiammazioni alle articolazioni, come bruciore e rigonfiamento delle dita o della mano per esempio e se i sintomi persistono da oltre 3 settimane.

La cosa migliore è rivolgersi al proprio medico per richiedere una visita dal reumatologo per ulteriori accertamenti. Rimanere sempre in movimento. Il movimento frequente rafforza i muscoli e previene la rigidità. Il dolore alla lunga potrà diminuire. Occorre cominciare lentamente e con cautela, ampliando gradualmente il movimento, per esempio arrivando fino a mezz'ora al giorno.

Si possono fare ad esempio delle camminate a piedi, o dei giri in bicicletta oppure delle nuotate. Se i sintomi durante o dopo il movimento peggiorano, fare pause di riposo frequenti. Se si è in sovrappeso, si consiglia di seguire un regime dietetico per la perdita di peso in modo da alleggerire il carico fisico delle articolazioni. La cosa migliore sarebbe rivolgersi a un dietista e a un fisioterapista per l'esercizio fisico opportuno.

Se si sono già provate diverse diete senza risultato, è spesso preferibile accettare il proprio sovrappeso e concentrarsi su altre soluzioni.

Articolazioni doloranti e la colonna vertebrale a cui il medico chiede Dolore alle articolazioni? Le articolazioni doloranti. Tutti i diritti riservati.