Articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento

Ecco le possibili cause (e soluzioni) del dolore braccio-spalla

Massaggio dellarticolazione della spalla su YouTube

Anatomia Umana Idelson-Gnocchi Ed. Thibodeau K. Patton Anatomia e Articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento Casa Ed. Ambrosiana c A. Pasqualino G. Viene suddiviso in molteplici sottotipi in base a funzione, forma delle cellule costituenti, stratificazione delle cellule componentialla presenza o meno di sostanze specifiche.

La funzione cui i singoli tipi di epitelio sono deputati, li caratterizza anche sul piano morfologico.

In altre parole, per svolgere la loro funzione specifica, ogni epitelio si dota articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento specifiche strutture. Le funzioni da b ad h sono svolte per lo pi da epiteli monostratificati o semplici. Tessuto epiteliale o epitelio - Classificazioni Una prima classificazione quella in base alla disposizione generale ed alla funzione generica: epitelio membranoso, epitelio ghiandolare, epitelio sensoriale.

Lepitelio membranoso riveste la superficie esterna del corpo nonch quella di vasi ed organi cavi. Lepitelio ghiandolare o secretorio elabora sostanze di varia natura che vengono riversate allesterno o allinterno del corpo, spontaneamente o in risposta a molteplici stimoli. Al MO la membrana basale si presenta come articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento sottile linea traslucida; al ME essa risulta composta da due porzioni, una a contatto con le cellule epiteliali membrana o lamina basale epiteliale o lucidalaltra a contatto con il connettivo membrana o lamina reticolare o densa.

In base alla stratificazione delle cellule costituenti, distinguiamo lepitelio in a Monostratificato o Semplice b Pluristratificato o Composto c Pseudostratificato in realt un epitelio monostratificato ma laltezza dei nuclei delle cellule costituenti diversa per cui le cellule danno limpressione di essere disposte su piani multipli, quando invece non lo sono d Di transizione, in cui il numero degli strati dipende dallo stato di replezione o di deplezione dellorgano di riferimento.

E tipico delle vie urinarie. In base alla forma delle cellule costituenti; per convenzione si fa riferimento alla forma di quelle dello strato pi esterno. Distinguiamo un epitelio: a Pavimentoso o Piatto elementi appiattiti come le piastrelle del pavimento b Cubico o Iso-prismatico con i tre diametri equivalenti c Cilindrico o Bati-prismatico con un diametro che prevale sugli altri due.

E epitelio di rivestimento dellovaio, di dotti ghiandolari,dei tubuli renali. Si trova nella tiroide. Epitelio cilindrico o bati-prismatico semplice Formato da un unico strato di cellule cilindriche. E epitelio di rivestimento del tratto pi superficiale delle mucose intestinale, gastrica, uterina endometriosalpingi, alcuni tratti dellalbero respiratorio.

In ossequio alla funzione, in molte zone questo epitelio presenta specializzazioni morfologiche e funzionali della parete citoplasmatica. Epitelio semplice cilindrico pseudo- stratificato Formato da un unico strato di cellule cilindriche ma che paiono poste su strati multipli. E epitelio di rivestimento delle restanti parti dellalbero respiratorio e di alcuni segmenti del sistema riproduttivo maschile come luretra, il condotto deferente ed il canale dellepididimo.

Articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento primo settore dotato di ciglia ciliatonel secondo no non ciliato.

Epitelio composto pavimentoso. E formato da cellule articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento in pi strati, il pi superficiale dei quali costituito da cellule appiattite. Quelle dello strato profondo sono cubiche e fungono da elementi rigenerativi.

Fra queste e quelle dello strato pi superficiale vi sono uno o pi strati di cellule intermedie. Eil rivestimento esterno del corpo cute ma anche di cavit connesse allesterno quali bocca, ano, vagina, esofago.

La presenza o meno di cellule superficiali senza nucleo che si trasformano in squame di cheratina, distingue il tipo cheratinizzato da quello non cheratinizzato. Epitelio composto cubico E formato da cellule disposte in pi strati, il pi superficiale dei quali costituito da cellule cubiche. Riveste i dotti di alcune ghiandole articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento Epitelio composto cilindrico.

E formato da cellule disposte in pi strati, il pi superficiale dei quali, a contatto col lume dellorgano interessato costituito da cellule cilindriche. Si trova in alcuni articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento delluretra maschile ed a livello della mucosa articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento in vicinanza dellano Epitelio composto di transizione E formato da cellule la cui forma e la cui disposizione in strati o meno dipendono dalla replezione dellorgano la cui parete ne rivestita.

Se lorgano vuoto, allora lepitelio cubico composto, se lorgano pieno diventano pavimentose in monostrato. Tipico di vescica, pelvi renale ed ureteri. Le cellule costituenti sono dette cellule ghiandolari.

In base alla sede in cui il prodotto viene riversato si distingue un epitelio ghiandolare endocrino secreto allinterno dellorganismo ed uno esocrino secreto allesterno dellorganismo.

Le cellule ghiandolari possono essere uniche ghiandole mono-cellulari o multiple a formare ghiandole di aspetto variegato ghiandole pluri-cellulari distinte in tubulari semplici, tubulo-acinose semplici, tubulo-acinose semplici ramificate, tubulo- acinose composte. Esse possono entrare a far parte di lamine epiteliali di rivestimento articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento organi la cui funzione tuttaltra che di elaborazione di sostanze cellule ghiandolari intercalate o caratterizzano, con la loro produzione un intero organo cellule ghiandolari specifiche, col nome dellorgano di appartenenza.

Alcuni organi, particolarmente ricchi in epiteli ghiandolari, finiscono addirittura con lidentificarsi con le ghiandole che contengono es. Cellule ghiandolari intercalate, costituite per lo pi da singole cellule ghiandolari mono- cellulari si trovano nellepitelio di rivestimento di apparato digerente, respiratorio e riproduttivo.

Producono per pi muco ghiandole mucipare. Cellule ghiandolari pluricellulari danno luogo a ghiandole di forma variabile.

Se rimangono nello spessore dellepitelio di appartenenza, le ghiandole sono intraepiteliali; quando travalicano questo spessore sono ghiandole eso-epiteliali. In questultimo caso si distingue un corpo ghiandolare o articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento ed un condotto di secrezione articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento riversa il prodotto elaborato dalla cellula ghiandolare.

Una ghiandola si dice semplice quando possiede un solo dotto escretore, collegato ad uno o pi adenomeri, composta o complessa quando pi dotti escretori si convogliano in un dotto principale. Le ghiandole miste producono entrambe le forme di secreto. Le ghiandole endocrine non posseggono un dotto escretore, mentre nel connettivo interno presente una fitta rete capillare.

I loro prodotti vengono denominati ormoni e distinti in base alla struttura chimica in peptidici, proteici e steroidei. Possono essere unicellulari o pluricellulari. In questultimo caso, esse si distinguono in: a Cordonali le cellule costituenti formano cordoni o palizzate ampiamente confluenti fra loro anastomosi. Vasi sanguigni capillari o venosi si trovano nelle loro vicinanze ed accolgono il secreto allarrivo di articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento chimici o nervosi.

Vasi capillari sono presenti allesterno dei follicoli. Il prodotto viene riversato nei capillari in seguito a segnali chimici o nervosi; in questo caso le cellule ghiandolari captano il secreto dal centro del follicolo e lo riversano allesterno di esso. Sono costituiti da singole cellule nellambito delle quali sempre possibile distinguere: a un polo secretivo che corrisponde al tratto di cellula da cui si liberano granuli di secreto in genere un mediatore chimico b un polo giunzionale con una fibra nervosa sensoriale detto polo epitelio- neurale c uno o pi tratti di membrana con specializzazioni morfo-funzionali ciglia, microvilli, microfilamenti ecc.

Non viene mai a contatto con lambiente esterno se non in condizioni patologiche. Assume morfologie e svolge funzioni molto diverse fra loro, perch costituito da elementi di base molto differenti ma che si relazionano fra loro in maniera costante. Dalle caratteristiche fisiche della matrice extracellulare dipendono le diversit morfo- strutturali dei connettivi. Il nome di tessuti connettivi deriva articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento caratteristica comune di questi tessuti di connettere, cio di relazionare gli altri tessuti fra loro, articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento se le funzioni dei connettivi vanno ben oltre tale semplice compito.

La loro notevole diversit sul piano morfologico articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento fa distinguere in: articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento tessuti macroscopicamente individuabili come tali b intelaiature di singoli organi Ai primi si d anche il nome articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento tessuti connettivi speciali.

Essi sono costituiti da: a tessuto adiposo b tessuto cartilagineo o cartilagine c tessuto osseo d sangue Ai secondi si d il nome di tessuti connettivi propriamente detti. Una volta individuati, ne scopriamo le funzioni generiche: a creano una rete di sostegno ed impalcatura dellintero corpo o di singoli organi stroma b trasportano liquidi e sostanze organiche in tutta lestensione del corpo c provvedono alla protezione di organi in essi contenuti d sostengono altri tessuti, circondandoli e connettendoli e conservano riserve di energie f difendono il corpo da sostanze ed agenti estranei.

Vi sono organi in cui il TCPD presente soltanto sottoforma di lamine interne o esterne di delimitazione o trama reticolare di supporto o costituzione.

Possiamo distinguerle in: a fisse e b migranti Fra quelle FISSE, si annoverano: a cellule mesenchimali cellule staminali o primordiali, presenti in molti tessuti.

In risposta a stimoli di vario genere, patologie, danni fisici o chimici, possono moltiplicarsi e dare vita a linee cellulari da cui derivano le altre cellule del TCPD con intenti riparativi b articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento sono le pi abbondanti e quelle sempre presenti.

Di forma sottile e stellata, producono le componenti o le subunit della matrice in cui sono immersi. Producono anche lacido jaluronico da cui dipende la viscosit della sostanza fondamentale articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento fibrociti seconde in quantit solo ai fibroblasti da cui derivano, mantengono lintegrit delle fibre della matrice d macrofagi fissi o istiociti intervengono nei processi difensivi dellorganismo e adipociti cellule adipose la cui preponderanza varia a seconda dellorgano e dello stato nutrizionale del soggetto f melanociti presenti nella cute, nel derma e nel connettivo dellocchio Fra quelle MIGRANTI si annoverano: a macrofagi liberi derivano da cellule del sangue dette monociti.

Intervengono nei processi articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento dellorganismo b mastociti migrano dal sangue verso altri vasi sanguigni, ove si dispongono, spesso in forma di manicotti o di filiere.

Rilasciano granuli di sostanze vaso-attive quali istamina ed eparina che agiscono sul tono e sulla permeabilit vascolari in seguito a processi di varia natura c linfociti B liberi migrano nei tessuti connettivi dal sangue e si articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento in plasmacellule, responsabili della produzione di anticorpi d granulociti eosinofili e neutrofili hanno funzioni di fagocitosi simili ai macrofagi.

Il loro numero collegato allattivazione dei mastociti e dei macrofagi fissi. Sono spesso assemblate in fasci longitudinali per dare maggiore resistenza alla trazione sulle estremit e consistenza. E il componente pi voluminoso dellintero connettivo. Le sue proteine costituiscono circa di articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento le proteine dellorganismo. Nei processi di invecchiamento, il collagene si disidrata e si raggrinzisce progressivamente.

AL ME si dimostra anche che ogni fibra di collagene, in realt, costituita da tre filamenti strettamente addossati fra loro: il tropo- collagene. Fibre Elastiche Sono formate da una particolare proteina lelastina. Che ha capacit di riacquistare la sua forma dopo essere stata allungata fino ad una volta e mezza la dimensione originaria.

Quando predominano in un TCPD, questo prende anche il nome di tessuto connettivo elastico. D luogo a lamine nella parete dei vasi o a reticoli. Fibre Reticolari Simili alle fibre collagene ma pi sottili di queste, formano una sorta di rete, una struttura intrecciata e ramificata, duttile e resistente, invece che fasci longitudinali.

La proteina a base delle fibre detta reticolina. Formano larchitettura portante o stroma di molti organi le cui cellule costituenti specifiche plasmano nellinsieme il parenchima dello stesso che lo stroma sostiene. La parte fibrillare si compone di: a fibre collagene, b fibre elastiche c fibre reticolari. Da consistenza e disposizione della parte fibrillare e della matrice, dipendono le differenze macroscopiche dei TCPD.

Le fibre sono formate dai fibroblasti, articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento subunit proteiche che si assemblano variamente. I fibrociti sono responsabili del mantenimento di queste fibre. La sostanza fondamentale lega acqua e soluti che dispensa in relazione a gradienti di concentrazione. E la sostanza allinterno della quale la parte fibrillare si orienta e si dispone. Chimicamente ricca in glicoproteine e sostanze di varia natura, spesso con abbondanza di radicali e ponti a base di zolfo.

Contiene tutte le cellule, fisse e migranti e tutte le fibre del TCPD. Ha una notevole percentuale di sostanza amorfa, poco densa, ricca in acido jaluronico, cos da avere una notevole deformabilit ma nel contempo una discreta resistenza. Deve il suo nome alla presenza di piccoli buchi areole allatto della dissezione anatomica Permette lo scivolamento di organi fra loro, ne consente la nutrizione per diffusione di sostanze e costituisce una impalcatura per le cellule immunocompetenti.

Si pu ritrovare nella costituzione del derma e delle pareti di vasi, nervi, articolazioni. E presente fra le articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento muscolari striate e nello spessore della parete degli organi dellapparato respiratorio, urinario e digerente. Riempie spazi virtuali come quello fra utero e parete pelvica ossea, compreso fra le pagine del legamento largo. Forma la trama fondamentale articolazioni pelviche dolore dopo lallungamento periostio ed endostio E compreso fra i tessuti connettivali di tipo lasso e deve il suo nome alla presenza del reticolo formato dalle sue fibre La presenza di cellule immunocompetenti nelle sue maglie, evidenzia al massimo la sua funzione di sostegno allattivit difensiva dellorganismo TCPD DENSO E il TCPD in cui predomina la matrice rispetto alla componente cellulare.

Le fibre collagene della matrice sono preponderanti.